_________________

Referendum Costituzionale: IMPORTANTE ! Possono votare anche i TEMPORANEAMENTE all’estero

Chi è TEMPORANEAMENTE all’estero (e pensa di non rientrare in Italia per il Referendum) può facilmente votare per il NO. IL DIRITTO DI VOTO degli ITALIANI TEMPORANEAMENTE RESIDENTI ALL’ ESTERO, per motivi di studio, di lavoro o di cure mediche PUÒ ESSERE EFFETTUATO PER CORRISPONDENZA. E’ necessario compilare il MODULO del Ministero dell’Interno che trovate allegato o potete scaricare a questo link:  Clicca qui per scaricare il modulo.

Basta con le bombe: l'editoriale di Frank Barbaro su Nuovo Paese di settembre 2016

L’immagine recente di Omran, il bimbo di 5 anni di Aleppo estratto vivo dalle macerie di un palazzo colpito da un bombardamento, ha commosso il mondo e soprattutto il mondo del "primo mondo". Una simile ondata di compassione è stata esibita un anno fa, il 2 settembre 2015, quando Aylan Kurdi, un bimbo di 3 anni, è stato pescato morto nella spiaggia di Bodrum, in Turchia: era partito dal Kurdistan siriano insieme alla sua famiglia in cerca di rifugio.

Migrazioni internazionali a un bivio: Seminario italo-tedesco della Filef a Orvieto

Si è svolto ieri ad Orvieto, presso la struttura della Cramst, un seminario italo-tedesco organizzato da Filef nazionale, Filef Basilicata e dal Circolo “Carlo Levi” di Berlino sul tema delle migrazioni internazionali. Nell’ambito dell’incontro, a cui hanno preso parte 30 operatori sociali tedeschi in tour nel centro Italia con un programma di incontri organizzato del Circolo Levi in collaborazione con la Volkhochschule di Berlino-Charlottenburg, sono state messe a confronto la situazione italiana e tedesca e presentante alcune significative esperienze tra cui quella realizzata da Filef Basilicata per l’accoglienza di minori non accompagnati provenienti da paesi africani e asiatici e quella del centro del Comune di Viterbo che accoglie prevalentemente minori provenienti dall’Eritrea.

Frontiere Europa: inchiesta sulla nuova emigrazione italiana in Belgio

Ieri, 11 giugno 2015, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, si è tenuta una conferenza dal titolo “Frontiere Europa – La nuova migrazione italiana in Belgio: nuove rotte, confini e diritti”, organizzata da La Comune del Belgio asbl in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles. Durante l’iniziativa sono stati resi pubblici i risultati dell’inchiesta condotta dalla Comune del Belgio nel 2014, a 500 nuovi migranti di eta’ compresa tra i 18 e i 35 anni.

"Reddito di cittadinanza: é arrivata l'ora", editoriale di Nuovo Paese (Filef Australia)

di Frank Barbaro

Mentre il governo Australiano, seguendo ciecamente la politica globale di austerità, cerca di risparmiare le spese pubbliche mettendo sempre più pressione sulle fasce deboli della società, in Europa elementi di avanguardia progressista discutono sul merito del reddito di cittadinanza. Per chi guarda il cammino umano con occhio acuto è chiaro che la classe operaia che con le sue lotte di classe aveva moderato la brutalità capitalista, è ormai indebolita come potenza politica.

Senato: audizione del comitato promotore degli Stati Generali dell'associazionismo

Riunito il Comitato per le questioni degli italiani all’estero. L’audizione dei rappresentanti del Comitato promotore degli “Stati generali dell’associazionismo degli italiani nel mondo” - Fra gli interventi quelli del presidente del Comitato Micheloni, dei senatori Giacobbe (Pd), Zin (Maie), Dalla Tor (Ap), Turano (Pd), e dei rappresentanti dell’associazionismo Volpini (Acli); Ricci (Filef), Papais (Cne) e Dotolo (Migrantes)

Chi sono i nuovi migranti italiani in Belgio: l'inchiesta de La Comune del Belgio

Presentazione dei risultati dell’inchiesta de La Comune del Belgio e proiezione del documentario “Italiani in Belgio“.

2013: secondo le ultime fonti statistiche nazionali, gli italiani sono la prima nazionalità presente in Belgio sia tra gli europei che tra gli extraeuropei. Ma chi sono i nuovi migranti italiani in Belgio? Che percorso migratorio hanno seguito? Conosco i loro diritti e doveri? Quanto sono integrati nella realtà sociale nel paese che li ospita? Queste alcune delle domande su cui La Comune del Belgio ASBL ha cercato di far luce con l’inchiesta sulla nuova migrazione in Belgio. Svolta tra Ottobre 2013 e Giugno 2014, l’inchiesta ha riguardato più di 500 migranti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, residenti in Belgio.

Sull'emergenza immigrazione si tenta di costruire il nuovo bipolarismo

di Rodolfo Ricci
La pompa mediatica spinge sull’invasione dei mori, africani, orientali, masse di disperati che ambiscono al bagnasciuga italico; si susseguono servizi su tutte le reti, su ogni talk show e salotto televisivo. E allo stesso tempo, cresce il faccione di Salvini, a rappresentare il basso ventre del popolo che ha il terrore di perdere …cosa ? Ciò che ha già perso da un bel pezzo a dire il vero.

Memorie di una persona di interesse: un libro di Carmen Lavezzari (Filef-Sydney)

"Memoirs of a person of interest" un libro autobiografico di Carmen Lavezzari che descrive l'esperienza migratoria personale e familiare, prima in Svizzera e successivamente in Australia, dagli anni del dopoguerra ad oggi.

Un affresco sintetico ed essenziale del percorso di una giovane donna che si confronta, insieme al marito, Umberto, con le altre culture con cui viene a contatto, quelle autoctone e quelle di altre etnie migranti, con una particolare forza identitaria, sociale e politica, nei luoghi di lavoro, nelle relazioni inter familiari, in un lungo spazio storico di oltre 60 anni.

Bruxelles: corso su alfabetizzazione al mediattivismo e al giornalismo partecipativo

BRUXELLES: Il circolo Filef Nuova Emigrazione in collaborazione con URCA asbl vi propone questo momento di formazione sul mediattivismo-

L’obiettivo è quello di fornire i rudimenti per una rappresentazione adeguata dei contenuti giornalistici on line nell’ambito di un modello di informazione di tipo orizzontale e un’azione informativa e comunicativa impostata sulla relazione tra emittente e ricevente tipica dei socialnetwork. L’ipotesi fondativa del corso prende le mosse dalla constatazione che la navigazione sul web è sempre più caratterizzata da contenuti virali, ovvero non più legati ad un inserimento statico ma dinamico.

Articoli correlati