_________________

Filef

REFERENDUM: Annunciate una serie di iniziative rivolte ai connazionali residenti nella Confederazione

Il 2 ottobre un’iniziativa con i senatori Pd Claudio Micheloni (ripartizione Europa) e Walter Tocci. In vista del referendum sulla riforma costituzionale, si è costituito in Svizzera il Comitato per il no che si propone con una serie di iniziative di illustrare ai connazionali residenti nella Confederazione le ragioni del suo impegno.

Il Comitato ritiene che la modifica costituzionale sottoposta al voto degli elettori, anche in combinazione con la legge elettorale Italicum, riduca “significativamente i diritti di partecipazione e di rappresentanza dei cittadini, aumentando i poteri del governo a scapito del parlamento”.

Per quanto riguarda l’abolizione del Senato si sostiene poi che tale riforma in realtà ne crei uno “con attribuzioni confuse e contraddittorie”, “non eletto dai cittadini, ma formato da consiglieri regionali e sindaci, oltre che da alcuni nominati dal Presidente della Repubblica”, fatto che produrrebbe il passaggio ad “un bicameralismo confuso, certamente foriero di conflitti di competenza e di dubbi interpretativi”. Rilevata inoltre la ri-attribuzione allo Stato centrale di “gran parte delle materie attualmente di competenza regionale”, mentre i nuovi senatori si troverebbero “ad occuparsi di materie complesse, persino di politica internazionale, spesso non attinenti a temi ed interessi di specifica competenza delle Regioni”. Sul tema risparmi si sottolinea invece come essi sarebbero ben maggiori “se si intervenisse per legge ordinaria a ridurre tutte le indennità parlamentari e se si procedesse ad una diminuzione bilanciata del numero di deputati e senatori”.

Infine, a motivare il no, anche la soppressione al Senato della rappresentanza eletta nella circoscrizione Estero, un’assenza che appare ancora meno giustificata se l’intento è quello di avvicinare il nuovo Senato ad una sorta di Camera delle Autonomie; mentre, qualora restasse l’Italicum e “quindi la clausola del ballottaggio, noi italiani all’estero – segnala il Comitato – non potremo partecipare al secondo decisivo turno di voto”.


“La riforma costituzionale: le ragioni del no” è il tema del dibattito in programma a Neuchatel il prossimo 1° ottobre.

l’incontro inizierà alle 18 la Cercle National (rue de Flanders 1) con gli interventi dei senatori PdClaudio Micheloni - eletto in Europa - e Walter Tocci. Seguiranno gli interventi del pubblico. L’incontro è organizzato dal “Comitato per il no”.


Il 2 ottobre un’iniziativa con i senatori Pd Claudio Micheloni (ripartizione Europa) e Walter Tocci.

BASILEA – Si svolgerà domenica 2 ottobre a partire dalle ore 10.30 presso la Fondazione Fopras di Basilea (Nauenstrasse 71) l’incontro intitolato “Riforma costituzionale: le ragioni del no” organizzato dal Comitato per il no in Svizzera.

Interverranno Claudio Micheloni, senatore eletto per il Pd nella ripartizione Europa, presidente del Comitato per le questioni degli italiani all’estero di Palazzo Madama e della Federazione delle Colonie libere italiane in Svizzera, e il senatore Pd Walter Tocci. L’ingresso è libero.

Articoli correlati